La Regione Lombardia ha pubblicato il BandoSto@ 2020 finalizzato alla concessione di contributi per interventi di innovazione a sostegno e rilancio delle attività economiche in aree all'interno dei Distretti Urbani del Commercio (DUC) caratterizzate da rischi di indebolimento dell'offerta commerciale attraverso il recupero di spazi sfitti e dismessi.

Il bando stanzia 3.250.000 euro a beneficio di:

Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) del commercio, del turismo, dell'artigianato e dei servizi che si insediano in locali sfitti, anche per attività temporanee della durata minima di sei mesi; Aggregazioni di Imprese (società, associazioni, consorzi, reti) che svolgono servizi di riqualificazione, promozione e incoming per mantenere e portare nuovi operatori ed attività negli spazi sfitti,

per la presentazione di progetti, in partenariato pubblico/privato composto da:

Comune (escluso il Comune di Milano) con ruolo di Capofila; Imprese commerciali, dell'artigianato e del terziario interessate a collocarsi/ricollocarsi nelle location disponibili; Associazioni maggiormente rappresentative delle categorie commercio, artigianato e servizi di cui alla L. 580/93; Proprietari degli immobili, Operatori immobiliari, Amministratori condominiali e ulteriori soggetti pubblici e privati fortemente attivi e significativi per il territorio considerato (ad es. CCIAA, Società a maggioranza o a partecipazione pubblica, Grandi Imprese, Fondazioni, Banche, etc.),

articolati in almeno due delle tre Macro aree di intervento caratterizzate per un adeguato livello di innovazione tecnologica, organizzativa e di processo:

Promozione e gestione della ricollocazione di spazi commerciali e artigianali di servizi sfitti; Ristrutturazione degli spazi commerciali o di servizi sfitti o dismessi e interventi volti a migliorare la funzionalità, l'accessibilità e l'impatto visivo delle aree attigue ad uso pubblico; Animazione e marketing.

È' ammesso per ogni Comune capofila un progetto complessivo del valore minimo di 40.000 euro con un contributo regionale a fondo perduto fino a un massimo del 50% riservato alle imprese in forma singola e aggregata. Il contributo regionale, destinato esclusivamente alla copertura di spese di investimento, non può eccedere l'importo massimo di 100.000 euro.

La copertura finanziaria del progetto, per la restante quota del 50% non finanziato dalla Regione, deve essere assicurata: per il 25% dal Comune capofila (pari al 50% del contributo regionale), anche tramite la partecipazione finanziaria di altri soggetti pubblici (CCIAA, società a maggioranza o a partecipazione pubblica), e il per il 25% dai beneficiari del contributo (MPMI) o da altri soggetti pubblici e privati parte del partenariato.

Sullo stanziamento complessivo per il bando la quota del 10%, pari a 325.000 euro, è considerato riserva premiale da assegnare ai progetti più meritevoli, fino ad un massimo di ulteriori 30.000 euro di contributo per ciascuno.

Le risorse pubbliche sono assegnate ai beneficiari finali attraverso specifici bandi di finanziamento attivati dai Comuni capofila.

I cookies servono a migliorare la navigazione dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del sito web www.ascom.abbiategrasso.mi.it. Per maggiori informazioni, guarda la nostra privacy policy.

Accetto, non mostrare nuovamente questo messaggio.

EU Cookie Directive Module Information